We noticed you are coming from US. Would you like to continue shopping on Abposters.com?
SCOPRITE le migliori OFFERTE della settimana: ACCESSORI sconto 10 % Acquista ora ×

A proposito di: Quentin Tarantino e i suoi Film

14. 09. 2019

I suoi film ricchi di lunghi dialoghi o si amano o si odiano. Non ci sono però dubbi sul fatto che Quentin Tarantino sia uno dei migliori registi del nostro tempo. Il recentissimo: “C’era una volta ad Hollywood” (Once Upon a Time in Hollywood, ndt) ha fin qui riempito le sale americane, e non c’è da stupirsi. Soltanto pronunciare i nomi:  Tarantino – DiCaprioPitt, promette agli spettatori un’esperienza indimenticabile. Diamo una scorsa alle migliori realizzazioni di Tarantino e scopriamo qualcosa di interessante sulla vita di questo straordinario artista! 

FARE IL REGISTA È IL SECONDO MIGLIOR IMPIEGO DEL MONDO

Quando chiedete ad un regista, che ha fra l’altro lavorato precedentemente in un negozio di videocassette, quale sia stato il lavoro che più ha apprezzato durante la sua vita, probabilmente vi aspettereste una risposta che spieghi quanto egli ami dirigere i suoi film. Be’, non Quentin Tarantino: egli ama ricordare il periodo in cui lavorò come maschera in un cinema per adulti (in cui si proiettavano esclusivamente quei film 😊), parlandone come il miglior lavoro del mondo! Fortunatamente (per noi) Tarantino si diverte parecchio anche come regista e sceneggiatore, e quest’anno ci godremo la sua nona fatica. 

partenza razzo

Sebbene la sua prima pellicola sia del 1987, Tarantino iniziò a farsi conoscere soltanto 5 anni dopo, grazie a: “Le Iene“. Passato sottotraccia per altri due anni, venne consacrato al successo dal suo film forse più famoso e meglio conosciuto, “Pulp Fiction“. Per la prima volta apparve sul grande schermo un mix di attori sconosciuti (che sarebbero presto diventati famosi ed acclamati) ed altri già affermatisi e troppo in fretta dimenticati. Una delle più grandi scoperte del regista è senza dubbio Uma Thurman, che interpreta il ruolo di Mia Wallace, moglie di un mafioso. Più di dieci anni dopo la ritroveremo nel cast di Kill Bill e Kill Bill vol.2 con un ruolo da protagonista. Sembra che Travolta non fosse particolarmente interessato a recitare in Pulp Fiction, ma riuscirono fortunatamente a convincerlo. Parrebbe inoltre che per il suo ruolo Tarantino avesse inizialmente pensato a Micheal Madsen, che, scritturato per il film, rinunciò due settimane prima dell’inizio delle riprese: successivamente però recitò sia in Kill Bill che in The Hateful Eight. Bruce Willis e Samuel L. Jackson sono due degli attori con più apparizioni nei film di Tarantino, e sono chiaramente entrambi nel cast di Pulp Fiction. Ovviamente il ruolo di pistolero è sempre roba di Jackson! 

curiosità sui film

Se avete visto il suo primo film di successo, “Le Iene”, potreste aver pensato alla stranezza di un titolo del genere (non che Pulp Fiction sia molto da meno). Si raccontano un sacco di storie riguardo all’origine di questo nome, ma soltanto Tarantino in persona sa quale sia quella vera (se esiste). Si dice che abbia raccontato ai produttori che un “Reservoir dog” (reso come “Iena” dai traduttori italiani del titolo originale) sia un termine colloquiale della malavita francese che identificherebbe un ratto: pare che ci sia poco di vero in questa versione. Più frequentemente viene sostenuto che Tarantino si fosse ispirato ai titoli dei film: “Au revoir les enfants” e “Straw dogs” (Arrivederci ragazzi e Cani di paglia, ndt), e che abbia in qualche modo deciso di unirli per così creare il nome per la sua pellicola. Com’è che au revoir è diventato reservoir? La storia continua raccontando che il film francese fosse stato consigliato a Tarantino dalla sua ragazza, e che egli avesse compreso proprio “reservoir” invece che “au revoir”, arrivando poi in qualche modo alla composizione del titolo “Reservoir Dogs” per il suo film (Le Iene – Cani da rapina, il titolo completo nella traduzione italiana, ndt). 

attori preferiti

Come già detto, sono numerosi gli attori che hanno recitato in più di un suo film. Tim Roth, fra gli altri, comprare sia in “Le Iene”, che in “Pulp Fiction” e “The Hateful Eight”. Ad oggi abbiamo ammirato DiCaprio in Django Unchained, di cui i dialoghi con propositi razzisti sono stati poco apprezzati dall’attore stesso, e nell’ultimissimo “C’era una volta ad Hollywood”. Sapevate che Tarantino lo voleva nel ruolo di Hans Landa, colonnello delle SS in “Bastardi senza gloria” (Inglorious Basterds)? Per quella parte venne poi scritturato Christoph Wlatz, collega di DiCaprio proprio in Django. Volendo fare una classifica dell’attore con più apparizioni nei film di Tarantino, il primo premio va senza troppe sorprese a Samuel L. Jackson.  Lo ricorderete senza dubbio recitare in Pulp Fiction, Django o The Hateful Eight, ma sapevate che compare con piccole parti anche in Jackie Brown e Kill Bill? Se poi state pensando che Tarantino l’abbia lasciato fuori dal cast di Bastardi senza gloria, in un certo senso vi state sbagliando! Nel film non lo vediamo, ma possiamo ascoltare la sua caratteristica voce 😊.

sapevate che…

 1. Il Cult “Pulp Fiction” è composto da sette capitoli che non hanno coerenza cronologica: è lo spettatore che deve ricomporre la sequenza temporale degli eventi. Se volete cimentarvi in questo tentativo, date un’occhiata qui

2. Alcune scene di Pulp Fiction sono state dirette da Robert Rodriguez. A sua volta, Tarantino ha partecipato alla realizzazione di Sin City

3. Jamie Foxx ha recitato in Django Unchain assieme al suo cavallo. 

4. Leonardo DiCaprio ha esitato parecchio al momento di girare la scena nella quale urla schifosi improperi marcatamente razzisti: pare che ci sia riuscito grazie all’aiuto di Samuel L. Jackson, che prendendolo da parte gli avrebbe sussurrato: “Hey, figlio di p….., è soltanto un altro Martedì per noi, vedi di darti una mossa!”. 

5. C’era una volta ad Hollywood è il nono film firmato Tarantino, il decimo dovrebbe essere Kill Bill vol.3. 

COLLEZIONE POSTER PULP FICTION 

Fonti:

mentalfloss.com , visual.ly , triplem.com.au



Decorate your life!

Noi di Europosters siamo sul mercato dal 1999, e con il tempo siamo diventati uno dei più grandi negozi online di poster, carta da parati, fotografie e riproduzioni&stampe, oltre a tanti altri articoli. Stiamo crescendo di anno in anno, e cerchiamo di aggiornare continuamente la nostra offerta secondo i vostri gusti e preferenze. Possiamo stampare i vostri poster ed incorniciare la vostre foto, od esservi d’ispirazione con il nostro blog; ci troverete tantissime novità riguardanti i film, le serie TV, oltre ad idee e suggerimenti sul design d’interni.

Date un’occhiata al nostro sito e trovate quello che è sempre mancato in casa vostra.

 


© 1999 – 2019 Europosters Tutti i diritti riservati.

e-mail: info@europosters.it

Telefono: +420 777 33 44 55  (in inglese)

Lunedi - Venerdì
7:00 - 15:00

Per offrirti il miglior servizio possibile Europosters utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies. Ulteriori informazioni Autorizzo ×
Top